Valle d'Aosta

Hotels,Club Hotels,Alberghi,Residence,Appartamenti,Villaggi,Agriturismo,Bed and Breakfast, Beauty Farms,Relais e Chateaux, Gastronomia,Eventi,Offerte Speciali,Last minutes,Città d'Arte,Castelli della Valle d'Aosta,Benessere in Valle d'Aosta,dove sciare...

Courmayeur

BOOKING ON LINE VALLE d'AOSTA

i ...nostri hotel,residence, appartamenti e villaggi in Valle d'Aosta...

> Offerte Speciali di Stagione
> Valle d'Aosta Offerte Speciali

Cervinia - Breuil
- Appartamenti Cielo Alto

Courmayeur - Prè St. Didier
- Hotel Mont Blanc
- Domina Home Les Jumeaux
- Hotel Alpechiara

GRESSONEY LA TRINITè e SAINT JEAN
- Hotel Monboso

La Thuile
- Hotel Planibel

Pila
- Villaggio Magic Pila - VALTUR
- Hotel Club Esse Pila 2000

map

Prodotti Enogastronomici della Valle d'Aosta
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

prodotti

La cucina valdostana è l'insieme di ricette tipiche della Valle d'Aosta.
Paragonata al resto d'Italia, si evidenzia l'assenza del frumento, che ha portato al pane di segale.
Un altro elemento che scarseggia nei piatti tradizionali è l'olio, sostituito da burro ed altri grassi sia di origine vegetale che animale. Vivendo di prodotti locali e limitando gli scambi con l'esterno al minimo, si può definire la tradizione culinaria della Valle d'Aosta come l'unica cucina locale che si distacca fortemente dalla tradizione delle altre cucine regionali italiane, mostrando invece grandi affinità con le regioni transalpine limitrofe (la Savoia, l'Alta Savoia e il Vallese).
I prodotti locali sono essenzialmente cereali di montagna, prodotti caseari bovini e caprini, carni e derivati di bovini, suini e di camoscio. Oltre ai Prodotti agroalimentari tradizionali locali, gli ingredienti principali sono rappresentati da verdura (rape, porri, cipolla), patate, castagne, mele e pere.
La presenza del riso è localizzata nella zona dell'alta val di Cogne e si deve all'origine piemontese degli abitanti.
Alcuni prodotti, piatti e bevande hanno superato i confini regionali, tipici il formaggio DOP Fontina, la Fonduta e la Polenta concia, oltre alla vasta gamma di vini DOC.
Un marchio denominato Saveurs du Val d'Aoste è stato creato per la salvaguardia dei prodotti tradizionali a livello locale.

Piatti tipici

Antipasti: Lardo di Arnad; Dzambon, che può indicare sia lo Jambon de Bosses o il prosciutto alla brace ("Jambon à la braise") di Saint-Oyen oppure il Prosciutto di Saint Marcel; Motsetta (carne essiccata) di stambecco o di camoscio; Saouceusses (salsicce); Boudins, salsicce di maiale con varie spezie e barbabietola rossa; Prosciutto di Saint Marcel; Teteun

Primi: Chnéfflene, bottoncini di pastella (farina, acqua, latte, uovo) cotti in acqua bollente e conditi con fonduta, panna e speck oppure cipolla brasata; Chnolle, gnocchetti di farina di mais, piatto tipico walser dell'alta valle del Lys (Gressoney-Saint-Jean), da mangiare in un brodo di carne di maiale; La Pèilà, una minestra di farina di segale e di frumento, con pane, fontina e burro. Secondo il dottor César Grappein di Cogne, suo inventore, questa zuppa ha virtù curative; La Polenta; Riso e castagne con latte; Riso e fontina; Seupetta à la valpelleunèntse, conosciuta soprattutto con la denominazione francese Soupe à la valpelleneintse (che in italiano significa "Zuppa della Valpelline"), è uno dei piatti valdostani più famosi, a base di pane nero, cavoli e fontina; Seuppa à la cognèntse, la zuppa alla cognèntse, originaria cioè di Cogne, variante della soupe à la valpelleneintse, con riso; Seuppa de l'âno ("Zuppa dell'asino"), localmente chiamata anche Seuppa frèide ("Zuppa fredda"), con pane nero a fette e vino rosso zuccherato, molto facile da preparare, fortificante e inebriante al tempo stesso; Soça, una minestra di fagioli con
cipolla e spezie, patate, lardo affumicato e saouceusses rosolate; La Puarò, minestra di porri; La Favò (in grafia BREL, Favò), minestra di fave originaria di Ozein, villaggio di Aymavilles. La Sorsa una zuppa densa preparata con brodo, pane nero, patate, fagioli, fagiolini, carote, pere e mele. La Tartiflette, piatto tipico della Savoia che si è integrato nella cucina dell'area intorno al Monte Bianco.

Secondi: Bouilli à la saumure, un bollito di carne salata, che è possibile trovare dai macellai valdostani in autunno e in inverno, con salsicce e patate; La Carbonade, antico piatto tipico delle Alpi occidentali, diffuso anche nel sud-est della Francia, a base di carne bovina salata per 12 giorni e cotta lentamente con aglio e lardo affumicato sotto sale. Si aggiunge quindi una salsa di vino bianco secco, un uovo, farina, cannella, chiodi di garofano, pepe e noce moscata. Oggi si prepara anche con il vino rosso; Civet di selvaggina; Cotoletta di vitello alla valdostana, con fontina e uova, fritta nel burro; Fricandeau, una noce di vitello a pezzetti con cipolla, rosmarino, erbe aromatiche e vino bianco. Da mangiare con la polenta; Trota al burro; Truite au bleu, trota bollita, da servire con olio, limone e patate; Crêpes alla valdostana, con fontina e prosciutto; Omelette alle ortiche

Formaggi:
Fontina; Bleu d'Aoste; Brossa, il burro che si ottiene dal grasso di scrematura del latte appena munto, delizioso con il pane di segale; Brus; Séràs; Fonduta; Réblec; Salignon: Toma, in particolare quella di Gressoney; Tra i formaggi antichi, lo storico Jean-Baptiste de Tillier ricorda anche il Cittrun, il Grisen, il Saint-Barthélemy, il Muney e il Layet.

Vini DOC valdostani:
Valle d'Aosta Blanc de Morgex et de La Salle , Vallée d'Aoste Muscat de Chambave, Valle d'Aosta Enfer d'Arvier, Valle d'Aosta Torrette.

PROVINCE della Valle d'Aosta
:: Aosta - AO

Regione Valle d'Aosta
Il nome Valle d'Aosta (o Val d'Aosta) ha una derivazione storico-geografica. Valle come il territorio che caratterizza la regione e Aosta che deriva dal nome dall'accampamento romano Augusta Praetoria, chiamato così in onore dell'imperatore Ottaviano Augusto.
Abitata dal V secolo a.C. dalla popolazione ligure-gallica dei Salassi (sono stati rinvenuti comunque megaliti risalenti al 3000 ac), nel 25 a.C. fu conquistata dai Romani, che vi fondarono Augusta Praetoria, l'odierna Aosta. Importante sotto il profilo militare e strategico per il controllo dei valichi del Piccolo e del Gran San Bernardo, nel Medioevo fu oggetto di contesa e conquista da parte di numerosi popoli e regni, come i Burgundi nel V secolo, gli Ostrogoti, i Bizantini e i Longobardi nel VI secolo e i Franchi nell'anno 774.
Inserita nel Regno di Borgogna nel 904, nel 1032 divenne contea di Umberto Biancamano. Da allora il suo destino fu legato alla dinastia sabauda, che nel 1302 la trasformò in ducato e le concesse sempre ampia autonomia. Date le caratteristiche naturali della regione, la nobiltà feudale ebbe a lungo un peso preponderante nella sua storia politica e sociale e i numerosi forti e castelli furono centri di vita politica, economica e culturale, oltre che militare.
Diventata regione autonoma nel 1945, con Federico Chabod primo presidente, ottenne dalla Repubblica Italiana la concessione dello Statuto speciale nel 1948. Economicamente per molti secoli la Valle d'Aosta visse solo di agricoltura e di pastorizia, con la diffusione di piccole proprietà spesso insufficienti alla sussistenza dei contadini e dei pastori, costretti a spostarsi in Francia o in Svizzera per lavori stagionali, o a emigrare definitivamente.
Solo dopo la Seconda Guerra Mondiale (1939-1945) ci fu l'inversione delle tendenze demografiche ed economiche, con uno sviluppo turistico ed industriale che produsse un fenomeno immigratorio. Attualmente la regione, che ha una popolazione di poco più di 120.000 abitanti, ha un reddito pro capite tra i più alti in Italia, perlopiù grazie allo sviluppato benessere industriale del nord Italia che trasformò la Val d'Aosta in una delle mete turistiche preferite.
Particolarmente importanti nella Valle d'Aosta sono i numerosi castelli, ben conservati, costruiti in epoca medioevale e situati in punti strategici: Castello di Fénis • Castello di Issogne • Forte di Bard • Castello di Verrès • Castello Savoia a Gressoney-Saint-Jean.
(Wikipedia)

Località in provincia di Aosta:
Allein,Antey-Saint-André,Aosta,Arnad,Arvier,Avise,Ayas,Aymavilles,Bard,Bionaz,Brissogne,Brusson,Challand-Saint-Anselme
Challand-Saint-Victor,Chambave,Chamois,Champdepraz,Champorcher,Charvensod,Châtillon,Cogne,Courmayeur,Donnas,Doues
Emarèse,Etroubles,Fontainemore,Fénis,Gaby,Gignod,Gressan,Gressoney-La-Trinité,Gressoney-Saint-Jean,Hône,Introd,Issime
Issogne,Jovençan,La Magdeleine,La Salle (AO),La Thuile,Lillianes,Montjovet,Morgex,Nus,Ollomont,Oyace,Perloz,Pollein
Pont-Saint-Martin,Pontboset,Pontey,Pré-Saint-Didier,Quart,Rhêmes-Notre-Dame,Rhêmes-Saint-Georges,Roisan,
Saint-Christophe (AO),Saint-Denis (AO),Saint-Marcel (AO),Saint-Nicolas,Saint-Oyen (AO),Saint-Pierre,Saint-Rhémy-en-Bosses
Saint-Vincent (AO),Sarre,Torgnon,Valgrisenche,Valpelline,Valsavarenche,Valtournenche,Verrayes,Verrès,Villeneuve.

   
 
logoserapea Serapea viaggi Tel +39(0)771 77 16 32  N° verde 800 - 920942  Mail to: serapea facebook