Umbria

infinite dolci colline... Hotels,Club Hotels,Alberghi,Residence,Appartamenti,Villaggi,Agriturismo,Bed and Breakfast, Beauty Farms,Relais e Chateaux, Gastronomia,Eventi,Offerte Speciali,Last minutes,Città d'Arte,Benessere in Umbria,wellbeing,Wellness

Torgiano

BOOKING ON LINE UMBRIA
i ...nostri agriturismi, case vacanze, ville, residence e hotels in Umbria...

> Offerte Speciali di stagione
> Transfers

OASI NATURALISTICA LA VALLE NEL PARCO
NATURALE REGIONALE DEL LAGO TRASIMENO


> Speciale Ville in uso esclusivo in Umbria

AMELIA (TR)
- Relais Tenuta del Gallo

ASSISI (PG)
- Valle di Assisi Hotel & Spa Resort

BETTONA (PG)
- Agriturismo Il Poggio degli Olivi

CASTIGLIONE DEL LAGO (PG)
- Country House Le Torri di Persenna
- Centro Benessere Le Torri di Porsenna
- Hotel Duca della Corgna

CITTA' DI CASTELLO (PG)
- Hotel Garden
- Hotel Garden Pacchetti Benessere

FOLIGNO (PG)
- Guesia Village Hotel - Loc. Ponte Santa Lucia
- Guesia Village Hotel Centro Benessere
- Hotel Villa dei Platani boutique & spa
- Villa dei Platani Benessere Esclusivo

GUALDO TADINO (PG)
- Borgo Hotel Le Terre Del Verde
- Appartamenti Borgo Le case
- Agriturismo San Pietro
- Centro Benessere Badia

GUBBIO (PG)
- Park Hotel Ai Cappuccini
- Ai Cappuccini Wellness & SPA

MAGIONE (PG) Lago Trasimeno
- Country Hotel le Rocce

MASSA MARTANA (PG)
- Country House Borgo Maiorca Agriturismo

PASSIGNANO SUL TRASIMENO (PG)
- Villa Paradiso Village

PERUGIA (PG)
- Hotel Colle Della Trinità (Corciano)

SAN FELICIANO Lago Trasimeno (PG)
- Hotel Residence Ali Sul Lago

SCHEGGINO (TR)
- Albergo Diffuso Antica Torre del Nera

TORGIANO - BRUFA DI TORGIANO (PG)
- Hotel Borgobrufa Spa & Resort
- Centro Benessere Borgobrufa

map

Prodotti Enogastronomici dell'Umbria
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

salumi

La tradizione è alla base della cucina umbra, con piatti non sempre poveri o popolari. Poco influenzata dalle regioni vicine, si basa essenzialmente sulla carne e sui prodotti della terra, che vengono usati sia nelle grandi occasioni sia nel pasto quotidiano. È una cucina semplice, con lavorazioni in genere non troppo elaborate, che esaltano i sapori delle materie prime.Le radici della cucina umbra affondano nella civiltà degli Umbri e dei Romani con frequente uso di legumi e ceriali. La tipologia può essere divisa in tre grandi aree che, grossomodo, corrispondono a quella culturale in cui si divide la regione. Tipica è la lavorazione del maiale e la produzione di salumi, in particolare nella zona di Norcia, da cui il termine italiano "norcino" per indicare il produttore ed il venditore di salumi.Altri ingredienti "nobili" che ricorrono nei sapori umbri sono il tartufo e l'olio extravergine di oliva : di quest'ultimo la cucina umbra non può fare a meno.

Pane (sciapo) - il pane umbro (assieme al toscano e al marchigiano) è tradizionalmente sciapo, ossia nell'impasto non si usa sale.
La tradizione vuole che questa usanza alimentare risalga alla preparazione del pane nell'ambito della mezzadria umbra, con i contadini che lo autoproducevano per il proprio sostentamento. In seguito, con la cosiddetta Guerra del sale, in ribellione alla tassa imposta da Paolo III nel 1540 per l'uso di questo condimento su tutto il territorio pontificio, l'usanza sarebbe diventata estesa e permanente. Molto noto è il pane cotto a legna di Strettura (Terni) e il Pane di Terni.

Antipasti
Antipasto umbro - con questo termine si intende un piatto di salumi e formaggi tipici umbri. Bruschetta - si tratta essenzialmente di fette di pane intere fatte abbrustolire leggermente sulle braci, strofinate con uno spicchio d'aglio e poi ricoperte di olio d'oliva e un pizzico di sale (per ammorbidile molti usano bagnare con acqua mista con l'aceto). Crostini ai fegatini di pollo - fette dimezzate di pane casareccio, abbrustolite o meno, ricoperte di un impasto macinato a base di fegatini di pollo (altre ricette prevedono una salsa a base di tartufo, oppure maionese e funghi, maionese e tonno, o addirittura pomodorini sminuzzati). Panzanella - si tratta di una preparazione a base di pane raffermo bagnato, a fette o a tocchetti, con aggiunta di pomodori, cipolla, basilico, olio d'oliva, aceto e sale. Nel caso in cui si aggiungano altri alimenti più calorici, come
tonno o mozzarella, può essere usata anche come piatto unico.

Primi piatti
Agnolotti al sugo - pasta fresca, tipica del tifernate che viene preparata specialmente durante il Natale e la Pasqua.
Cappelletti in brodo - pasta fresca, viene consumata in brodo di carne mista specialmente durante il periodo natalizio.
Gnocchi al sugo d'oca (Perugia) - gnocchi di patate serviti con ragù di oca (preferibilmente giovane).
Gnocchi al castrato - serviti con ragù di agnello castrato o pecora
Pappardelle alla lepre / al cinghiale - questa pasta, simile a delle tagliatelle molto larghe, viene tipicamente servita con un ragù a base di carne di lepre o cinghiale.
Strangozzi, o Strozzapreti, o Ciriole - si tratta di una pasta simile alle tagliatelle, ma senza uova, con sezione piuttosto spessa rispetto alle tagliatelle e lunghezza inferiore. Nell'Umbria nord conosciuti prevalentemente come strozzapreti, nel folignate-spoletino strangozzi, a Terni detti ciriole.
Strangozzi al tartufo - generalmente tartufo nero di Norcia, ma anche scorzone estivo o tartufo bianco, tipico dell'Alta Valle del Tevere, dell'Eugubino Gualdese e dell'Orvietano.
Tagliatelle al ragù - condite con un particolare ragù di vitello macinato e pezzettini di rigaglie di pollo.
Vincisgrassi - sorta di lasagne al forno tipiche della montagna folignate, probabilmente importate dalle contigue Marche.
Penne al Norcina - condite con panna e salsiccia , può venire aggiunto peperoncino oppure tartufo fresco, e parmigiano.

Secondi piatti
- Agnello fritto - costolette di agnello panate e fritte.
- Agnello scottadito e Castrato scottadito
- Coratella d'agnello - cotta in umido in bianco, con aglio o cipolla e aromi vari.
Fagiano in salmì - cacciagione.
- Galantina - si tratta di una gallina disossata ed eviscerata, la cui pelle viene riempita con carne macinata di pollo e manzo, uova lessate, pepe, formaggio, noce moscata e pistacchi sgusciati. L'involucro viene poi cucito, avvolto con dello spago per il contenimento e cotto in brodo. Viene consumata fredda, tagliata a fettine.
- Lumache (folignate) - le chiocciole terrestri vengono raccolte a mano e preparate cotte in diversi modi.
- Oca arrosto - stesso metodo di preparazione del pollo arrosto, bensì applicato ad un'oca.
- Piccione arrosto ripieno (provincia di Perugia) - le preparazioni tradizionali prevedono l'utilizzo di un intero colombaccio selvatico.
- Palombacci,Piccioni e Faraona alla Leccarda (provincia di Terni), la leccarda è recipiente lungo normalmente di coccio, dove viene preparata un intingolo piccante (fegatini, aglio, limone, capperi, acciughe, olive ed olio extravergine di oliva), e che posta sotto lo spiedo serve a versare la salsa sugli arrosti.
- Porchetta - un intero porcellino viene disossato ed arrostito, dopo essere stato riempito di interiora, finocchio ed erbe aromatiche. Viene tagliato a fette e normalmente consumato, anche fuori pasto, in panini (panino colla porchetta): il suo consumo è favorito dalla presenza di un gran numero di ambulanti che si recano nei punti ove si prevede maggior concentrazione di gente (mercati, concerti, raduni, ecc.). Essi, generalmente, non producono la porchetta in proprio ma piuttosto si riforniscono da artigiani che la preparano professionalmente: i più bravi si trovano nell'assisiate, nelle zone di Costano e Bevagna.
- Salsicce con lenticchie - preparate in umido con pomodoro.
- Spiedini di granocchia - le rane arrosto sono tipiche della località perugina di Capanne e vengono preparate principalmente durante la sagra annuale ad esse dedicata.
- Pesce di acqua dolce tra cui i Tegamacci di anguille e persici. Cabonaretti, gamberi di fiume e coregone (Lago di Piedilugo Terni).

Salumi e formaggi
- Barbozzo - guanciale del maiale.
- Budellacci affumicati - interiora del maiale.
- Caciotta - formaggio a base di latte vaccino.
- Capocollo - salume ricavato dal muscolo dorsale del maiale. Dopo la stagionatura viene avvolto nei tipici fogli di carta oleata.
- Ciauscolo - insaccato spalmabile tipico delle Marche e in Umbria della Valnerina e della montagna folignate confinanti con la contigua regione.
- Cojoni de mulo (Norcia) - insaccato dalla tipica forma a sacchetta.
- Corallina (Norcia) - salsicce preparate con carne non finemente macinata.
- Salsicce di cinghiale (Norcia) - l'impasto di queste salsicce è in realtà a base di maiale, ma ad essa viene aggiunta una buona percentuale di macinato di cinghiale.
- Salumi di daino - fiocco, bocconcini, prosciutto e cacciatorini preparati soprattutto nella zona di Nocera Umbra.
- Lombetto - simile al capocollo, ma realizzato con la carne dei lombi del maiale. Ha un sapore più delicato e un aspetto simile a quello della bresaola.
- Mazzafegati - salsicce a base di carne e fegato di maiale, farcite con uva sultanina e buccia d'arancia.
- Pecorino umbro - formaggio duro a base di latte di pecora.
- Prosciutto di Norcia - è un prosciutto IGP prodotto nell'area di Norcia e comuni limitrofi.
- Ricotta salata - la ricotta viene stagionata per un paio di settimane e servita grattugiata
- Ventresca - variante locale della pancetta.
- Pancetta tesa (con pepe nero)

Contorni
- Bandiera - peperoni verdi, cipolla bianca e pomodoro rosso (da cui il nome) tagliati e cucinati in padella con olio e sale.
- Erba (misticanza) - varie erbe campestri selvatiche sottoposte a cernita e lessate o condite con aceto, olio e sale, vengono servite per accompagnare la carne, condite da un filo d'olio e sale.
- Agretti lessati e conditi con olio, menta, aceto o limone.
- Lenticchie - consumate in umido con pomodoro soprattutto durante il periodo natalizio, vengono prodotte principalmente sugli altopiani di - Colfiorito e nella zona di Castelluccio per cui c'è stato il riconoscimento IGP.
- Parmigiana di gobbi - si utilizzano le foglie del gobbo, cioè il cardo, che è una specie di carciofo che si raccoglie generalmente all'inizio dell'inverno. Queste vengono lessate e fritte con farina e uova sbattute; tagliate a striscioline, sono poi disposte a strati in una teglia, alternate con besciamella e sugo di pomodoro o ragù. Il tutto viene infine cotto al forno.

I vini dell'Umbria
Vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG)
- Montefalco Sagrantino passito prodotto nella provincia di Perugia
- Sagrantino di Montefalco prodotto nella provincia di Perugia
- Torgiano rosso riserva prodotto nella provincia di Perugia
Vini DOC:
Assisi diversi ripi, Colli Amerini, Colli Altotiberini, Colli del Trasimeno, colli Martani, Lago di Corbara, Orvieto, Rosso Orvietano.

PROVINCE dell'Umbria
:: Perugia - PG
:: Terni - TR

Regione Umbria
L'Umbria, posta nel cuore d'Italia, è una tra le più piccole regioni italiane e l'unica, dell'Italia peninsulare, a non essere bagnata
dal mare. Il territorio è prevalentemente montuoso e collinare. La regione offre una grande varietà di caratteri morfologici e paesaggistici attraverso il susseguirsi di vallate, catene montuose, altipiani e pianure, che costituiscono la caratteristica geografica dominante.
Storia:
La regione venne abitata in epoca protostorica dagli Umbri e dagli Etruschi. Nel 672 a.C. viene fissata la leggendaria fondazione
di Terni. Nel 295 a.C. dopo la battaglia di Sentino fu conquistata dai Romani, che vi stanziarono alcune colonie e ne
attraversarono il territorio con la via Flaminia (220 a.C.). Vi ebbe luogo la battaglia del Trasimeno durante l'invasione di Annibale nel corso della seconda guerra punica e Perugia venne espugnata e data alle fiamme nel Bellum Perusinum, durante la guerra civile tra Marco Antonio e Ottaviano nel 40 a.C..
Il territorio della regione, dopo la fine dell'impero romano vide le lotte tra Ostrogoti e Bizantini e la fondazione nella parte orientale della regione del longobardo ducato di Spoleto (indipendente tra il 571 e la metà del XIII secolo). Ai Bizantini rimase comunque
il cosiddetto corridoio bizantino, striscia di territorio estesa lungo il corso del Tevere e facente capo all'Esarcato di Ravenna.
Carlo Magno conquistò la maggior parte dei domini longobardi e li cedette al Papa. Le città conquistarono una certa autonomia e furono spesso in guerra tra loro, inserendosi nel più generale conflitto tra papato e impero e tra Guelfi e Ghibellini.
Nel XIV secolo nacquero diverse signorie locali che furono quindi assorbite dallo Stato Pontificio, sotto cui la regione rimase fino alla fine del XVIII secolo. Con le vicende successive alla Rivoluzione francese fece parte della Repubblica romana (1789-1799) e dell'Impero napoleonico (1809-1814). Nel 1860 a seguito dei moti risorgimentali la regione entrò a far parte del Regno d'Italia. (Wikipedia).

Località in provincia di Perugia:
Assisi,Bastia Umbra,Bettona,Bevagna,Campello sul Clitunno,Cannara,Cascia,Castel Ritaldi,Castiglione del Lago,
Cerreto di Spoleto
Citerna,Città della Pieve,Città di Castello,Collazzone,Corciano,Costacciaro,Deruta,Foligno,Fossato di Vico,Fratta Todina,
Giano dell'Umbria,Gualdo Cattaneo,Gualdo Tadino,Gubbio,Lisciano Niccone,Magione,Marsciano,Massa Martana
Monte Castello di Vibio,Monte Santa Maria Tiberina,Montefalco,Monteleone di Spoleto,Montone (PG),Nocera Umbra,Norcia,Paciano,Panicale,Passignano sul Trasimeno,Perugia,Piegaro,Pietralunga,Poggiodomo,Preci,San Giustino,
Sant'Anatolia di Narco,Scheggia e Pascelupo,Scheggino,Sellano,Sigillo,Spello,Spoleto,Todi,Torgiano,Trevi (PG),
Tuoro sul Trasimeno,Umbertide,Valfabbrica,Vallo di Nera,Valtopina.

Località in provincia di Terni:
Acquasparta,Allerona,Alviano,Amelia (TR),Arrone,Attigliano,Avigliano Umbro,Baschi,Calvi dell'Umbria,Castel Giorgio,
Castel Viscardo,
Fabro,Ferentillo,Ficulle,Giove (TR),Guardea,Lugnano in Teverina,Montecastrilli,Montecchio (TR),Montefranco,Montegabbione,
Monteleone d'Orvieto,Narni,Orvieto,Otricoli,Parrano,Penna in Teverina,Polino,Porano,San Gemini,San Venanzo,Stroncone,Terni

   
 
logoserapea Serapea viaggi Tel +39(0)771 77 16 32  N° verde 800 - 920942  Mail to: serapea facebook