SPAGNA Espana hotels, villaggi, Soggiorni, Tours, Vacanze al Mare, Costa Brava, Baleari, Isole Canarie, Andalusia

siviglia

Miniguida della Spagna (Regno di Spagna) Soggiorni, Tours, Vacanze al Mare, Costa Brava, Baleari, Isole Canarie, Andalusia

MENU:
> Homepage Catalogo On Line
> Offerte Speciali di Stagione
>
...i nostri hotel, villaggi, tours in Spagna

- Club Dolce Farniente (Palma di Maiorca)
- Hotel Golden Beach (Fuerteventura)

I NOSTRI TOURS IN SPAGNA:
- Gran Tour dell'Andalusia
- Tour il Triangolo d'Oro
- Portogallo e Santiago de Campostela
- Tour Ruta de La Plata, Ruta de los Conquistadores, Extremadura

BOOKMARKS:
- il regno di spagna
- le isole della spagna
- le coste della spagna
- il turismo
- i trasporti in spagna
map

Spagna
Miniguida, Soggiorni, Tours, Vacanze al Mare, Costa Brava, Baleari, Isole Canarie, Andalusia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Spagna
Ufficialmente Regno di Spagna, è uno stato democratico, membro dell’Unione europea (dal 1º gennaio 1986) e della NATO (dal 1982). È organizzato sotto forma di monarchia parlamentare. Situato nell’Europa sud-occidentale, insieme con il Portogallo, Andorra e Gibilterra, forma la Penisola Iberica.
cartina gibilterra
La Spagna ha una superficie di 505.519 km², conta 47.199.000 abitanti (dati del 2015) e occupa l'84,5% del territorio della penisola iberica. Confina a nordest con la Francia (da cui è separata dalla catena dei Pirenei) ed Andorra, a sud con il Mar Mediterraneo e con Gibilterra (piccolo possedimento del Regno Unito) a ovest con il Portogallo, nel continente africano, con il Marocco (tramite le città autonome di Ceuta e Melilla, sue exclave).
Ha dei contenziosi con il Portogallo per la cittadina di Olivenza e per le isole Selvagge, situate tra Madera e le Canarie, col Regno Unito per Gibilterra, e col Marocco per Ceuta e Melilla. Alla Spagna appartiene infine l'exclave di Llívia, così come l’isola dei Fagiani nel fiume Bidasoa (in codominio con la Francia).
madrid barcellona siviglia
Dal 1561, eccetto che per un breve periodo tra il 1601 e il 1606, la capitale è Madrid, che, con più di 3 milioni di abitanti (circa 6 milioni nell’area metropolitana), è anche la città più popolosa. La lingua ufficiale dello Stato è il castigliano, chiamato comunemente spagnolo. Sono parlati, inoltre, il catalano e sue varietà (fra cui il valenziano), l'aranese, un dialetto guascone (varietà dell’occitano) in una valle della Catalogna, il galiziano e il basco, che godono tutti di uno status di coufficialità, garantito dalla costituzione spagnola e/o dalle legislazioni autonomiche nei rispettivi territori di diffusione.
Anche il leonese e l’aragonese pur non godendo in León e Aragona di un regime di coufficialità con il castigliano, sono oggetto di una particolare protezione da parte delle autorità locali. Altre lingue parlate nel paese non hanno riconoscimento ufficiale.
mezquita malaga
In alcune fasi importanti della storia europea, la Spagna ha detenuto un ruolo significativo, come nel periodo della Reconquista, nel quale i regni delle regioni interne della Penisola iberica hanno progressivamente respinto dal territorio l'occupante arabo che, insediatosi con il califfato e con le successive dinastie, era stato presente in Spagna dall'VIII secolo d.C., sino al definitivo allontanamento nel 1492, ad opera di Ferdinando d'Aragona e Isabella di Castiglia.
Dagli inizi del XVI secolo fino al secondo decennio del XIX secolo circa, la monarchia spagnola è stata a capo di un vasto impero coloniale, che si estendeva in tutti e 5 i continenti. Ridottosi drasticamente in estensione e popolazione, tale impero riuscì tuttavia a sopravvivere fine alla fine del XIX secolo (guerra ispano-americana) e oltre. Tra il 1808 e il 1812, la vittoriosa ribellione del popolo spagnolo contro Giuseppe Bonaparte, che Napoleone aveva insediato sul trono di Spagna per annettersi di fatto anche la penisola iberica, pose le basi per l’avvio della lenta rinascita e modernizzazione della Spagna, processo ultimatosi con l’entrata del Paese nella Comunità europea nel 1986.

Isole
baleari fuerteventura
Le isole principali sono raggruppate in due arcipelaghi: le Isole Baleari e le Isole Canarie.
Le Baleari sono situate nel Mediterraneo, non lontano dalle coste della Comunità valenzana e sono composte da quattro isole principali, Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera.
Le Canarie invece sono situate nell’Atlantico, al largo del Marocco meridionale e a oltre 1000 km a sud-ovest della penisola iberica. Geograficamente appartengono al continente africano. Sono Gran Canaria, Lanzarote, Fuerteventura, Tenerife, La Palma, La Gomera ed infine El Hierro.
Ci sono poi altre isole minori, molto più piccole, come le Isole Cies.

Coste
A parte i confini con Francia, Andorra, Gibilterra e Portogallo, la Spagna nel territorio rimanente è completamente circondata dal mare, precisamente dall’Oceano Atlantico a nord, nord-ovest ed un piccolo tratto del sud-ovest, nonché dal Mar Mediterraneo a est, sud-est e sud fino alle Colonne d'Ercole. Alla penisola iberica vanno aggiunte le Canarie, completamente nell’Atlantico e le Baleari, completamente situate nel Mediterraneo.
Per l’enorme lunghezza delle sue coste e la notevole diversità di posizione fra di esse, la Spagna presenta tratti litorali diversissimi. La costa atlantica, chiamata nel tratto più orientale Mar Cantabrico (che è a sua volta parte del Golfo di Biscaglia), è caratterizzata da suggestive baie alternate da scogliere suggestive lavorate dal forte vento oceanico e dalle numerose piogge. Soprattutto nella parte più occidentale la costa è frastagliata ed incisa da strette e lunghe insenature, chiamate rias, tipiche della Galizia, incastonate in tratti scoglieri molto impervi, fra tutti la celebre Costa della Morte.
torremolinos san sebastian
Completamente diversa è la costa mediterranea, molto più dolce e poco frastagliata, con eccezione del golfo di Valencia e dell’area deltizia dell’Ebro e di alcuni promontori, anche se presenta comunque tratti scoglierosi, e soprattutto dal clima molto più mite e adatto al turismo di balneazione. Si affacciano sulla costa mediterranea numerose città famose come Barcellona, Valencia e Malaga, oltre a località spiccatamente balneari come Lloret de Mar o Tarifa. Viene divisa geograficamente in più parti: la più settentrionale è la Costa Brava, che si estende dal confine francese fino a Barcellona; la Costa Daurada si estende dal capoluogo catalano fino alle foci dell’Ebro; la Costa del Azahar fino a Dénia (esclusa) includendo pertanto la quasi totalità del Golfo di Valencia; la Costa Blanca fino a Cabo de Gata; ed infine la Costa del Sol che bagna tutta la Spagna meridionale fino allo Stretto di Gibilterra. La costa mediterranea, dato il suo maggiore richiamo turistico, è stata meno preservata di quella Atlantica e ha conosciuto notevoli abusi edilizi.

Turismo
Nel corso degli ultimi quattro decenni l’industria del turismo spagnolo è cresciuta fino a diventare la seconda più grande del mondo, con un valore stimato di 40 miliardi di euro, nel 2006, corrispondente a circa il 5% del PIL.
Il clima della Spagna, i monumenti storici e culturali, la sua posizione geografica, insieme alle sue infrastrutture ricettive all’avanguardia, contribuiscono a farla essere una delle mete più ambite, creando una grande fonte di occupazione stabile e continua di sviluppo.

Trasporti
Il sistema stradale spagnolo è di tipo centralizzato, con 6 autostrade che collegano Madrid ai Paesi Baschi, alla Catalogna, a Valencia, all’Andalusia occidentale, all’Estremadura e alla Galizia. Inoltre, ci sono strade lungo l’Atlantico (Ferrol a Vigo), Cantabria (Oviedo a San Sebastián) e sulle coste del Mediterraneo (Girona a Cadice).
barcellona ave renfe
La Spagna ha la più estesa rete ad alta velocità ferroviaria in Europa e la seconda più estesa al mondo dopo la Cina. Ad ottobre 2010 la Spagna ha un totale di 3.500 km di tratte ad alta velocità che collegano Malaga, Siviglia, Madrid, Barcellona, Valencia e Valladolid, con i treni che raggiungono velocità fino ai 300 km/h. Per quanto riguarda la puntualità, è il secondo al mondo (98,54% sul tempo di arrivo) dopo Shinkansen giapponese (99%). Se gli obiettivi del programma ambizioso AVE (treni ad alta velocità spagnola) vengono soddisfatti, entro il 2020 la Spagna avrà 7000 km di percorso ferroviario ad alta velocità che collegherà quasi tutte le città a Madrid in meno di 3 ore e a Barcellona entro 4 ore.
Ci sono 47 aeroporti pubblici in Spagna. Il più trafficato è l’Aeroporto di Madrid-Barajas, con 50,8 milioni di passeggeri nel 2008. L’aeroporto di Barcellona (El Prat) è anch’esso importante con 30 milioni di passeggeri transitati nel 2008. Altri grandi aeroporti si trovano a Gran Canaria, Malaga, Valencia, Siviglia, Maiorca, Alicante e Bilbao.
Nel 2008 la Spagna progettava di mettere su strada 1 milione di auto elettriche entro il 2014 come parte del piano del governo per risparmiare energia e aumentare l’efficienza energetica. Il ministro dell’Industria Miguel Sebastian ha dichiarato che “il veicolo elettrico è il futuro e il motore di una rivoluzione industriale”.

casares
Serapea viaggi  - Via XXIV Maggio,43 - FORMIA (LT) Tel +39 (0) 771 771632 - N° verde 800 - 920 942 serapea@serapea.it