trifoglio Dublino,Dublin
Storia,Arte,Cultura Letterale,Foto,Mappe,Hotels Accommodation,Sistemazioni Alberghiere...

numero verde serapea viaggi 800-920 942

serapea@serapea.it 
banner

MENU
Homepage Catalogo On Line
Back to Ireland


Corsi di Lingua Inglese a Dublino


Download Dublino map 1024 pxl
Download Dublino map 2259 pxl



> MINIGUIDA DELL'IRLANDA
> Offerte Speciali di Stagione



Dublino

DUBLINO - DUBLIN (Baile Átha Cliath)

C'è una vibrante vita notturna a Dublino — il centro principale per chi cerca il divertimento è senz'altro Temple Bar, quartiere a sud del Liffey.
Nel centro cittadino ci sono svariati teatri, il più grande di questi è l'Abbey Theatre, ma molto gettonati sono anche il Gate Theatre, l'Olympia Theatre, e il Gaiety Theatre, che apre le porte anche dopo la serata per musica dal vivo e film. I bar del Gaiety sono aperti molto più a lungo degli altri durante la notte.
Gaiety Theatre Temple Bar
Il complesso cinematografico dell'UGC è situato a nord del Liffey. In alternativa c'è lo Screen Cinema a d'Olier St. e l'Irish Film Institute a Temple Bar.
A nord-ovest della città è possibile visitare il Phoenix Park, un parco che si estende per oltre 700 ettari e che al suo interno ospita lo Zoo di Dublino, la sede del Presidente della Repubblica Irlandese e la sede dell'ambasciata degli Stati Uniti d'America.
Ha'penny Bridge Trinity College
Celebre per per i suoi edifici,l'arte letteraria e i suoi pub,Dublino offre al visitatore una vasta scelta di itinerari turistici,divisa in due dal fiume Liffey (con il caratteristico ) i negozi della parte sono i più eleganti e lussuosi soprattutto intorno a Grafton Street, e allo stesso tempo molto giovanile poiché frequentata dagli studenti del .
map download map file: 2259x1564 pxl.
Dublino (Dublin in inglese; in irlandese Baile Átha Cliath, che significa "città del guado fortificato", o semplicemente Áth Cliath, o meno correttamente Dubh Linn che in gaelico significa "stagno nero" ) è la capitale della Repubblica d'Irlanda, oltre che la città più grande e popolata, non solo della Repubblica, ma di tutta l'isola d'Irlanda. Gli abitanti sono, infatti, 505.739 (censimento del 2006), se si considera l'area metropolitana, raggiungono e superano il milione. La città è in continua espansione urbanistica ed economica da qualche decennio.

Saint Patrick’s Day
Ogni anno il 17 marzo, gli irlandesi e quelli che hanno l'Irlanda nel cuore in tutto il mondo il giorno di San Patrizio usano celebrare la festa nazionale d'Irlanda - il giorno in cui tutti sono un po 'irlandese! Quello che era iniziato come un giorno di festa religiosa per il santo patrono d'Irlanda è diventata un festival internazionale che celebra la cultura irlandese con sfilate, balli, cibi speciali e un sacco di verde. Dublino è l'ospite della grande sfilata in Irlanda con oltre 3000 artisti e in media vi partecipano 500.000 persone. Oltre alla mitica parata che immerge il centro della città in un'atmosfera di carnevale, il festival esplode con musica, danza, cultura, divertimento in famiglia e altro ancora!

Le Origini
Le prime notizie sull'esistenza di Dublino, la cui data di fondazione rimane incerta, ci giungono da Claudio Tolomeo (140 d.C.) che vi si riferisce con il nome di Eblana. Per i primi secoli dopo Cristo le notizie sono sporadiche e intessute di miti e leggende: il dato più antico, a parte la testimonianza di epoca romana, è la vittoria riportata dagli abitanti della città contro le popolazioni del Leinster nel 291, mentre intorno al 450 San Patrizio probabilmente era impegnato in città nell'opera di diffusione del Cristianesimo.
Del secolo successivo è il tentativo di invasione dei danesi, forse andato a buon fine: soltanto dall'832 ne abbiamo testimonianze precise con l'incoronazione del sovrano normanno Thorkel I, ma è certo che i danesi fossero già presenti in Irlanda da lungo tempo. Thorkel, tuttavia, scelse Armagh come centro del suo potere. Nel 1014 Brian Boruma, re del Munster, attaccò le popolazioni nordiche in quella che viene ricordata sotto il nome di Battaglia di Clontarf: la battaglia fu vinta ma sia il re che la sua famiglia, oltre a 11.000 dei suoi uomini, vi persero la vita.
Nel X secolo avvenne la fusione fra Ath Cliath e Dubh Linn, insediamenti l'uno celtico l'altro vichingo. L'avamposto fu infatti usato dai pirati vichinghi come base per le loro scorrerie sulle coste irlandesi.

Dublino medievale sotto i britannici
Dopo l'invasione anglo-normanna del 1171, che spodestò la Collina Reale di Tara, Dublino divenne capitale del regno irlandese, ottenendo lo status e i diritti di città nel 1172. Molti coloni lasciarono Inghilterra e Galles insediandosi nella nuova terra conquistata e costringendo i vichinghi a spostarsi al di là del Liffey.
Nel XIV secolo, per frenare l'influenza dei nativi irlandesi, la zona fu fortificata e isolata, divenendo quella che per secoli fu chiamata The Pale. Il potere andò consolidandosi nel Castello di Dublino (Dublin Castle), mentre furono erette tre importanti chiese (Christchurch Cathedral,  e St.Audoen's Church) tutte a breve distanza fra loro, nonché il Parlamento d'Irlanda.
st. Church Cathedral St.Patrick's Cathedral
Nel XVI secolo emerse la figura di Fitzgerald conte di Kildare e dei suoi discendenti, figure politiche di spicco volute dai dominatori britannici a difesa di Dublino per mantenere intatte le proprie colonie dal rischio di invasione delle popolazioni irlandesi vicine. Non si trattò di una scelta particolarmente azzeccata, in quanto più volte i conti si ingerirono nella vita politica inglese, causando due episodi in Irlanda emblematici: nel 1407, durante la guerra delle due rose, invasero la città con le truppe alleate dalla Borgogna, proclamando Lambert Simnel, della casata di York, re d'Inghilterra; nel 1536, invece, Silken Thomas assediò il castello di Dublino per vendicare l'imprigionamento del parente Garret Fitzgerald. Enrico VIII reagì con una dura spedizione per distruggere i Fitzgerald e insediare nuovamente amministratori inglesi; da questo momento iniziò un rapporto più vicino, ma forse meno felice, fra Londra e Dublino.

Dublino coloniale e georgiana
Dublino e i suoi abitanti subirono una profonda modificazione nei secoli XVI e XVII, durante la prima conquista totale dell'isola d'Irlanda da parte inglese, ad opera dei Tudor.
Soprattutto il XVI secolo fu un periodo molto animato nella città: i vecchi coloni inglesi erano all'inizio molto sollevati dalla conquista dell'isola e dal progressivo disarmo degli irlandesi: ma ben presto la forte tassazione della corona e, soprattutto, l'imposizione della Riforma protestante cambiarono la loro situazione. Successe di tutto: esecuzioni di Dublinesi riottosi, l'oppressione (durante la guerra irlandese dei nove anni) dei soldati inglesi, che si stanziarono nelle abitazioni della popolazione civile, con feriti sparsi per le strade per la mancanza di un ospedale adeguato, e l'esplosione di un magazzino inglese di polvere da sparo con conseguenti 200 morti. Nel 1592 Elisabetta I inaugurò il Trinity College, ma soltanto per chi fosse irlandese protestante: gli irlandesi risposero mandando a studiare i loro figli nelle università cattoliche europee. Questo fatto irritò molto Londra che vedeva i dublinesi come gente indisponente, e incoraggiò una seconda ondata di colonizzatori protestanti, che entro il 1640 superarono in numero i cattolici.

Lockout e indipendenza
Dublino si addentrò nel XX secolo, come una città rivoluzionata dai secoli precedenti, ma alle porte di anni di nuovi e feroci disordini. Il primo avvenne nel 1913, quando 25.000 operai mal pagati di svariate fabbriche dublinesi scesero in piazza nella manifestazione più grande mai avvenuta in Irlanda e nel Regno Unito: il Lockout. Guidati dal sindacalista James Larkin, la manifestazione divenne agitatissima e si concluse con tre morti e migliaia di feriti caricati dalla polizia.

Dopo la prima guerra mondiale, succede il primo fatto che cambierà in maniera definitiva la situazione politica di Dublino e di gran parte dell'Irlanda: nell'aprile del 1916, un piccolo gruppo di repubblicani guidati da Patrick Pearse, diede vita a ciò che venne poi successivamente chiamato Sollevazione di Pasqua (Easter Rising). La piccola rivolta fu facilmente sedata dalle truppe britanniche, ma divenne importantissima per i risvolti successivi: vista, infatti, all'inizio in maniera molto distaccata se non addirittura avversa dalla popolazione dublinese, subì tuttavia una repressione durissima e sanguinosissima con l'esecuzione di moltissimi giovani che causò un rapido cambio di opinione fra la gente.

Nel 1918 iniziò la guerriglia degli Irish Volunteers (Volontari Irlandesi, che, guidati da Michael Collins, si rinominarono Irish Republican Army) contro i britannici e dal 1922 Dublino è la capitale dell'Irlanda indipendente. Durante la guerra civile molte zone vennero distrutte: lo Stato Libero d'Irlanda successivamente ne restaurò parecchie, ma la città rimase in uno stato di superficiale abbandono fino agli anni sessanta, se non di demolizione (come la colonna di Nelson, distrutta dall'IRA in quegli anni e oggi sostituita dallo Spire).

In tempi recenti sono state molte le opere di restauro e ricostruzione, spinte anche dal boom economico che ha caratterizzato l'Irlanda negli anni 1990, ma queste nuove e moderne costruzioni e ricostruzioni hanno però snaturato le caratteristiche di tradizione e identità irlandese, rendendo Dublino una città sempre più simile allo standard della maggior parte delle capitali europee. Inoltre forti flussi di immigrati accentuano ancor più la graduale perdita di ogni connotazione nazionale irlandese.

Molly Malone (o Cockles and Mussels, Vongole e molluschi) è l'inno ufficioso della città irlandese di Dublino. Affianca l'inno nazionale Ireland's Call che saluta le gare della squadra nazionale di rugby della Repubblica d'Irlanda (l'Irish International Rugby Team) ed è l'inno ufficiale dei supporter delle società sportive di Dublino aderenti alla GAA, la Gaelic Athletic Association.
Il brano appartiene alla cultura musicale popolare gaelica ed è dedicato ad una figura che non si sa se sia realmente esistita ma che viene convenzionalmente identificata con una giovane venditrice di pesce del villaggio di Howth, a nord di Dublino, morta in giovane età a causa di una non meglio specificata febbre. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Serapea viaggi  - Via XXIV Maggio,43 - FORMIA (LT) Tel +39 (0) 771632 
INFO mail to:
serapea@serapea.it